• Matrimonio? No problem!

    Giu 17th • Filed under Fashion

    matrimonio

    Estate: le giornate che si allungano, il caldo, l’abbronzatura e… i matrimoni!

    Ho accolto le vostre richieste di aiuto e così eccomi qui! In questo post parliamo di come scegliere il look più adatto per partecipare ai matrimoni, rispettando le regole del bon ton e del buon gusto.

    Troppo spesso i matrimoni diventano teatro di show che vedono come protagonisti abiti troppo corti, scollature troppo profonde, cascate di strass che neanche un lampadario di Murano e trasparenze al limite del consentito. Se è pur vero che ognuno dev’essere libero di esprimere sé stesso indossando ciò che ama, è altrettanto vero che ogni occasione ha un suo codice d’abbigliamento.

    Fatta questa doverosa premessa tuffiamoci a capofitto in questa spinosa questione e cerchiamo di dare una risposta alla domanda più angosciante dell’estate: a questo matrimonio che caspita mi metto?

    Step one: ripassino di bon ton ed entriamo nel mood.

    Il matrimonio è per eccellenza la cerimonia nella quale si festeggia l’amore. Che sia un rito religioso o civile poco importa, la parola chiave è: romanticismo! Ora tornate indietro con la memoria a quando eravate bambine, visualizzate le principesse delle favole e i loro principi, vi sembra che qualcuna di loro portasse la minigonna? Bene, avete colto il mio punto.

    I look da selezionare per i matrimoni sono sobri, eleganti, delicati e raffinati. Non si tratta di mettersi in mostra ma di farsi elegantemente notare. C’è differenza.

    Step two: i colori.

    No, non ci si può vestire del colore che si vuole ad un matrimonio. Non è questione di essere rigidi e all’antica, è questione di rispettare dei codici condivisi.

    Quali sono dunque i colori banditi, ma quelli che proprio mai mai mai no, per i matrimoni? Il nero, il viola e il bianco. Il nero perché ricorda i riti funebri, il viola perché tradizione vuole che porti sfortuna (e anche le non superstiziose potrebbero evitarlo per gentilezza) e il bianco perché è il colore della sposa.

    Accanto a queste tonalità sarebbero da evitare tutte le declinazioni del bianco, come il panna, l’avorio e persino il cipria perché, al giorno d’oggi, sempre più spose rinunciano al classico abito bianco immacolato a favore di variazioni sul tema.

    Un altro colore che andrebbe bandito è il rosso sangue, è accettata la sua variante più scura unicamente per i matrimoni serali (regola che vale anche per il blu notte).

    Quindi, quale colore scegliere?

    I più chic sono, senza ombra di dubbio, i colori pastello. Di nuovo, pensate alle principesse Disney: corallo, rosa, ciclamino, celeste, glicine, latte e menta, persino il giallo. Questi sono colori perfetti perché sono delicati e romantici e, dettaglio non trascurabile, si sposano a meraviglia con l’abbronzatura.

    L’argento è un colore elegante e raffinato e può essere indossato per un matrimonio a patto che non sia su un abito eccessivamente pomposo e principesco, per la medesima ragione del bianco ( non si sa mai, le spose di oggi sono un po’ originali e pazzerelle).

    Se invece volete distinguervi via libera ai colori decisi: il verde smeraldo per le more e il blu elettrico per le bionde. Sono tonalità elegantissime e che si sposano a meraviglia, rispettivamente, con accessori oro e argento. Se selezionate queste nuance abbiate però la cura di selezionare un abito dalle linee molto pulite: less is more!

    Le stampe sarebbero da evitare perché è piuttosto complesso individuare un pattern che non sia casual. Anche il pizzo, soprattutto se nelle varianti di colore chiare, è da evitare. Concesso invece sui look colorati.

    Step three: l’abito.

    I no assoluti: minigonne inguinali, scolli eccessivamente profondi, trasparenze, spacchi vertiginosi.

    No anche ad accessori esagerati, sandali con plateau enormi, applicazioni di brillanti, borse grandi e make up appariscente.

    Quindi, andando al dunque, come si sceglie il look per un matrimonio?

    In generale, se volete andare sul sicuro, puntate sugli abiti.

    Sceglieteli con la gonna lunga e ampia e il corpetto stretto, sono i modelli più romantici e raffinati. Evitate i modelli con la parte superiore del corpo eccessivamente striminzita o con scolli sulla schiena troppo spinti: ricordate che è una cerimonia, ci vuole garbo (and again, pensate alle principesse).

    Evitate anche eccessive aderenze o capi con spacchi esagerati che scoprono eccessivamente le gambe.

    Scegliete scolli a cuore o i più romantici a barchetta. Evitate le spalline sottili, preferite lo smanicato classico.

    Ricordate che, l’eleganza, quella vera, non consiste nell’indossare capi che attirano l’attenzione ma nel farsi notare grazie alla propria grazia e semplicità.

    Sempre parlando di vestiti, i modelli al ginocchio, o midi, con gonna a ruota, sono molto chic e romantici e hanno un tocco vintage che vi farà distinguere.

    L’idea davvero diversa dal solito? La tuta. No, non quella per sspalmarvi sul divano. Parliamo di jumpsuit, possibilmente in tessuto lucido o con inserti di pizzo, e un leggero scollo a V. Sceglietela morbida, che accarezzi le figure e le esalti (e non aderente come una tuta da sub..non è prevista nessuna immersione). La tuta è un capo estremamente chic, è la variante più moderna e attuale del completo pantalone e blusa.

    Se siete delle tradizionaliste e non volete sbagliare, puntate su un pantalone palazzo ampio e morbido e una blusa preziosa in seta. Completate il look con una pettinatura raccolta e una clutch.

    Un attenzione particolare va rivolta anche ai tessuti: selezionate tessuti pregiati, lucidi o ricamati. Evitate sintetici di bassa qulità, lino e cotone.

    Ultima raccomandazione riguarda l’intimo. No, non è scontato. L’intimo, come dice la parola, non va reso pubblico quindi deve rimanere invisibile. Scegliete completi intimi che si adattano all’abito che avete selezionato, senza slip che lasciano sgradevoli e poco eleganti segni visibili attraverso il tessuto del vestito. Attenzione anche ai reggiseni: bandite spalline selvagge che spuntano da maniche e bretelle.

    Step four: accessori.

    Per quanto riguarda i gioielli preferite quelli veri alla bigiotteria. Meglio un punto luce semplice ad un orecchino pendente esagerato.

    Borse! Piccole, a mano o al massimo a tracolla, impreziosite da perline o dettagli metallizzati. Con le clutch andate a colpo sicuro, anche nelle versioni più semplici e monocromatiche.

    Le scarpe vanno scelte accuratamente perché sono il naturale complemento al vostro abito. Nel dubbio meglio scegliere un semplice sandalo con fascette e tacco, piuttosto che sbagliare e sfoggiare una calzatura troppo pesante e poco raffinata. Le zeppe e i plateau sono da evitare. Per coloro che non sopportano i tacchi ci sono due varianti altrettanto chic: le slingback (flat o con tacco basso) e i sandali flat gioiello.

    E ora bando alle ciance.. ecco le mie proposte di look da matrimonio !

     

    outfit matrimonio

     

    Abito – Mango

     

    matrimonio

     

    Abito – H&M

     

    matrimonio

     

    Abito –  & Other Stories

     

    matrimonio

     

    Abito – Zara

     

    matrimonio

     

    Abito – Maya Deluxe

     

    matrimonio

     

    Abito – Maya Deluxe

     

     

    matrimonio

     

    Abito-Maya Deluxe

     

    matrimonio

    Abito – Lace & Breads

     

     

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.