• 50 random facts about me

    Dic 20th • Filed under Lifestyle

    Questo sarà un post un po’ diverso dal solito.. un post “tag” chiamato 50 random facts about me.. Credo servirà a raccontarvi qualcosina in più di me e, spero, a farvi sorridere e capire che ciò che traspare dai social è solo una minuscola percentuale di ciò che è una persona!

    1- Ho il terrore dei serpenti, mi fanno una paura tremenda. Qualche anno fa stavo prendendo il sole in giardino al mare e ho sentito un gran rumore nel cespuglio dietro il mio lettino. Scocciata ho richiamato Milù pensando che si fosse infilata nel cespuglio a caccia di chissà che. Con mio stupore Milù ha fatto capolino dall’ingresso di casa e girandomi per guardare cos’avesse causato quel rumore cos’ho visto? Un serpente lunghissimo. Immaginatevi la scena: un secondo di terrore, urlo di gola e corsa che manco bip bip!

    2- Non amo gli aerei, non sono claustrofobica ma stare chiusa a lungo in ambienti ristretti non è il mio passatempo preferito. Dopo un po’ mi viene il nervoso alle gambe, mi stanco di dover stare seduta e ferma e comincio ad innervosirmi rompendo le scatole al mio vicino, che si da il caso che sia quasi sempre il mio fidanzato

    3- Da piccola avevo tre paperelle in giardino, si chiamavano Qui, Quo e Qua. Mi hanno detto la famosa frase “Le diamo al contadino che ha più spazio per farle crescere felici”, credo, anzi temo, che siano cresciute in padella.

    4- Sono cresciuta in un ambiente total pink, poi si è aggiunta Milù. La mia è una famiglia di donne, decisamente atipica e unica. Con tutti i pro e i contro del caso!

    5- Ho praticato ginnastica artistica, ma non riuscivo a fare la spaccata come voleva la mia insegnante quindi ho smesso.

    6- E danza (fino a 20 anni)

    7- E nuoto (la mia grande passione è l’acqua!)

    8- E basket, in seconda e terza media. Ero l’unica femmina della squadra.

    9- Non tocco la carne cruda, mi sento subito svenire. Non so dire se sia perché penso subito all’animale dal quale proviene e a quello che gli è successo o perché la consistenza in sé mi da fastidio, ma non ci riesco proprio! Per fortuna a casa non la compriamo mai quindi non problemi!

    10- Impazzisco se ho la pelle dei piedi secchi, se la vedo sugli altri o, peggio ancora se qualcuno con i piedi secchi li strofina l’uno sull’altro (ho già i brividi). Ok, questa è una cosa da semi psicopatica, lo so. Per questa piccola mania ho sempre sul comodino un tubetto di crema che spalmo sui piedi la mattina appena sveglia e la sera prima di dormire.

    11- Non ho mai imparato a fare le divisioni a due cifre in colonna. Niente, è più forte di me, le ho odiate da subito e non mi sono mai andate giù. Ma poi chi fa le divisioni in colonna al giorno d’oggi?!

    12- Dumbo mi ha sempre fatta piangere, da piccola mi disperavo quando veniva separato dalla mamma. Ero inconsolabile. Piangevo come se non ci fosse rimedio e mi ritrovavo in quel cartone perché da piccola ero molto mammona.

    13- Ho fatto la primina, ricordo che mamma mi chiese se volessi continuare ad andare all’asilo o se volessi andare alla scuola dei grandi e io scelsi la seconda. Odiavo dormire il pomeriggio e non ne potevo più di punteruoli, pongo e canzoncine.

    14- Se mi si toccano le dita dei piedi impazzisco, anche perché le ho rotte praticamente tutte (avete presente gli spigoli?). Anche questa piccola mania non la so spiegare, credo sia proprio dovuta la fatto che ho fratturato tutte le dita dei piedi (tranne i pollicioni) e non avendole fasciate non si sono calcificate bene, quindi mi fanno male.Ho preso tutti gli spigoli, bordi di scalini, angoli delle porte che potevo 🙂

    15- Due anni fa ho avuto la polmonite e ho misteriosamente iniziato ad aver voglia di pizza con il salamino piccante mentre ero ammalata, volevo sempre cenare con quella (mai mangiata prima in vita mia). E mi è pure rimasta questa voglia!

    16- Soffro il mal di mare, tremendamente. È un vero cruccio ma non riesco in alcun modo a risolvere questa faccenda. Neppure i farmaci, i cerotti, i braccialetti, le nuvole viola e la polvere di fata mi aiutano.

    17- Soffro anche il mal d’auto. E da piccola non c’era tragitto in auto senza sorpresa LOL

    18- Ho recentemente imparato ad amare i gatti, vorrei infatti curare e trovare una casa ad una micina randagia che ho trovato questa primavera. Chi mi segue su Instagram si ricorderà della micetta con l’occhietto malato e un tumore della quale mi sono occupata dalla primavera scorsa. L’ho chiamata ironicamente Occhi di Gatto e tra noi è nato un amore a distanza (perché lei è una randagina), fatto di appuntamenti inaspettati ma sempre pieni di coccole!

    19- In macchina canto e ballo sempre, incurante della gente che mi guarda perplessa al semaforo. E quindi faccio anche delle figuracce colossali. Una volta girandomi nel bel mezzo della mia performance ho visto un ragazzo che mi filmava con il cellulare, sono diventata viola e lui, abbassando il finestrino, mi ha detto “vai alla grandissima!”.

    20- Non sopporto le donne con lo smalto sbeccato, quando le vedo mi viene voglia di andare a prendere cotone e acetone e toglierglielo. In generale non amo le persone poco curate: capelli sporchi, peli, baffi, ricrescita, abiti macchiati. Credo che prendersi cura di sé sia un importante modo di amarsi.

    21- Vorrei essere meno timorosa, avere la capacità di lanciarmi di più in nuove avventure, ma sono una fifona! Poi quando decido che una cosa la voglio fare non ce n’è per nessuno, ma la strada per arrivare al momento in cui dico “ok, mi butto” è lunga..mooooolto lunga!

    22- Da piccola sognavo di avere i capelli come quelli di Ariel de La Sirenetta. E anche adesso li vorreiiiii..

    23- Ho la fobia della cavallette giganti, alla mia laurea, durante la lettura del papiro, i miei amici mi hanno travestito proprio da cavalletta. Terrore puro.

    24- Il mio libro del cuore è Il Piccolo Principe, da quando ero piccola. Ho amato il film che hanno fatto qualche anno fa, ma il libro rimane sempre insostituibile.

    25- Sono stata bocciata in prima liceo, frequentavo il liceo scientifico, poi mi sono iscritta al classico. E posso garantire che non è stata colpa mia perché studiavo davvero tantissimo, una prof mi aveva preso di mira e mi ha reso la vita impossibile.

    26- Quando ero piccola mangiavo le caramelle della ciotola in soggiorno di nascosto e poi ripiegavo perfettamente la carta rimettendola nella ciotola così che sembrasse ancora piena. Idem con i Kinder. Che genia!

    27- Ho una nonna di quasi 92 anni, con un profilo Instagram e che adora le videochiamate di Whatsapp. Solo che se ne perde una poi non capisce chi l’ha chiamata, quindi telefona a tutti chiedendo “mi hai chiamato tu?”.

    28- I miei genitori mi hanno impedito di farmi i buchi  alle orecchie fino a 14 anni. Niente orecchini. Con il senno di poi in parte capisco questa decisione perché le bimbe con le orecchie forate non mi piacciono. Magari però si possono fare un po’ prima dei 14 anni!

    29- A 16 anni come gesto di massima ribellione ho fatto il secondo buco all’orecchio destro (una vera ribelle…..) per poi tenerlo 2 mesi e lasciarlo chiudere. L’ho riaperto 8 anni dopo da sola e ora ho un minuscolo brillantino sul secondo buco dell’orecchio.

    30- A 4 anni ho chiesto a mia mamma di prepararmi i bagagli perché volevo andare a vivere dal mio fidanzatino. E il fidanzatino assomigliava in maniera impressionante ad Alvin (superstar, per chi avesse ancora dubbi). Nessun commento, please!

    31- Ho sempre freddo. La mia temperatura perfetta è sui 26 gradi. Non sopporto il freddo, lo patisco tantissimo.

    32- Ho iniziato a mangiare crostacei da un anno, per poi scoprire che sono allergica..Olè! Quindi il mio amore per l’astice e gli scampi va a braccetto col cortisone invece che con lo champagne!

    33- Sì, lo ammetto, guardo Uomini & Donne. Ma solo ogni tanto e quando sono particolarmente tesa. È un perfetto svuota testa!

    34- Gli anni del liceo non sono anni che ricordo come felici. Li ricordo come anni del terrore, la mia classe aveva un pessimo rapporto con i prof, studiavamo giorno e notte, non c’era tempo per altro.

    35- Sono atea, ma ho ricevuto il battesimo. E… rullo di tamburi: mio padrino è americano!

    36- La mia torta salata preferita è con i piselli e la fontina. Niente verdure cotte o spinaci per favore: li odio.

    37- Sono generalmente insicura e timorosa. Sono una persona molto riflessiva quindi prima di fare qualcosa o di espormi penso e ripenso a tutto. Una volta decisa la mia direzione sono una carroarmato però!

    38- Soffro di vertigini, ma sto cercando di vincere la paura dell’altezza.

    39- I miei pensieri più profondi li confido a mio nonno, è mancato qualche anno fa, ma io gli parlo ancora. Ci facciamo luuunghe chiacchierate e l’ho sempre sentito vicino.

    40- Non ho tatuaggi e non ho ancora deciso se li amo o li odio

    41- Mi piace l’odore della pioggia, ne vado matta. L’odore e il rumore. Tempo fa mi ero scaricata gli audio che simulano il ticchettio della pioggia, ma naaaah non è uguale!

    42- Non sopporto chi si schiocca le dita. Intendo quando le persone le schiacciano producendo quello “schiock” che mi fa pensare a qualcosa che si rompe!

    43- Quando ero piccola dormivo con Bob, il mio coniglio rosa che teneva tra le zampe un cuoricino e avevo paura di un orco che sarebbe venuto di notte a farmi il solletico.

    44- Uno dei miei film preferiti è Dirty Dancing (eh lo so.. un grande classico)

    45- Molto spesso mi dispero perché mi sembra di aver buttato via tanta vita, pensando troppo e vivendo poco. Se potessi tornare indietro mi vorrei godere davvero l’adolescenza e gli anni dell’università.

    46- Ho due secondi nomi : Valentina e Carlotta

    47- La mia prima scelta all’università era medicina, poi ho studiato… rullo di tamburi… psicologia! Mi sono sempre dedicata ai bambini. A 18 anni ho iniziato la mia attività di volontariato con un’associazione che opera in ospedale e per 10 anni ho fatto animazione e sostegno psicologico nei reparti pediatrici. Per tre anni ho seguito, raccogliendo dati per uno studio scientifico, i bimbi terminali e bimbi che si ammalano di tumore o leucemia entro il terzo anno di vita. Una volta laureata ho poi continuato questo percorso, ma non lo vedo nel mio futuro.

    48- Cammino sempre scalza per casa. Ed è per questo che un mese fa mi sono dovuta sottoporre ad un intervento perché avevo pestato una scheggia di vetro.

    49- Ho sempre adorato i bambini. Ho sempre avuto un grande istinto di protezione nei loro confronti.

    50- Non so disegnare, sono veramente ne-ga-ta! Ma negata negata eh!

    Questi erano i 50 random facts about me! Molte ragazze mi hanno chiesto di girare un video ask per YouTube, quindi se avete qualche domanda non vi resta che scrivermela e verrete inserite nel mio video!

    A prestissimo,

    G.

     

    “50 random facts about me: 50 cose che non sai di me!” è parte della sezione Lifestyle di gforgrace.com, puoi cliccare qui per leggere gli altri articoli correlati. Ti aspetto sui miei canali social per rimanere sempre aggiornata: InstagramFacebookYouTube. Per leggere il post su altre 10 cose che non sai di me clicca qui
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.