La mia New York | Chinatown: un angolo di oriente a Manhattan
  • La mia New York | Chinatown: un angolo di oriente a Manhattan

    Ott 14th • Filed under New York

    Il nostro viaggio a New York continua, è il momento di esplorare Manhattan e addentrarsi nelle sue vie e nei suoi quartieri. Ciò che amo di NY è proprio la sua capacità racchiudere realtà così diverse tra loro, senza però farle stridere. Spostandovi da un quartiere all’altro avrete la sensazione di visitare tante piccole città, ognuna con le proprie caratteristiche e peculiarità. Oggi vi porto a Chinatown: una delle aree più pittoresche e originali di Manhattan. Chinatown è un vero e proprio spicchio di Cina racchiuso nel cuore di New York.

     

    Esploriamo Chinatown: un angolo di oriente nella città più cosmopolita del mondo.

     

    Chinatown si trova nella zona più a sud di Manhattan e negli ultimi anni si è espansa sempre più, sino ad inglobare, l’ormai minuscola, Little Italy. Camminando per le strade di Chinatown avrete da subito l’impressione di essere da tutt’altra parte nel mondo: pagode, lanterne cinesi, templi vi faranno dimenticare di essere a NY e per un momento sarete travolti dalla cultura cinese. La strada principale di Chinatown è Canal Street, via estremamente caotica e trafficata, sia per quanto riguarda le auto che i pedoni. I marciapiedi qui brulicano di persone e di venditori cinesi che tenteranno di farvi acquistare qualsiasi genere di diavoleria, dalle imitazioni di costosissimi orologi e borse di lusso a cover per il telefono e qualsiasi genere di oggettistica. La vera Chinatown però è quella che popola le vie più interne, negozietti minuscoli vendono ceramiche, oggetti d’arredo della cultura cinese e tutto ciò che può servirvi per preparare il tradizionale tè cinese. Se cercate piattini cinesi, ciotoline per la salsa di soia e tutto l’occorrente per apparecchiare una splendida tavola per una cena cinese o giapponese, siete nel posto giusto. I piccoli e caratteristici negozietti propongono ogni genere di porta bacchette decorate, bicchierini e stoviglie e ceramiche oltre ai leggendari gatti con la zampa mobile.

    Lasciatevi incuriosire dai mercati locali, dove la frutta esotica è la padrona. Guardandovi attorno scorgerete una moltitudine di signore cinesi intente a fare la spesa, qui si parla cinese e anche i cartelli sono tutti in questa lingua. Molti ristoranti popolano le vie di Chinatown, intere vetrine che ospitano acquari (tenuti in dubbie condizioni…) colmi di pesci e crostacei pronti ad esser cucinati e serviti agli avventori. Il vero piatto forte qui però è l’anatra laccata alla pechinese, le vedrete appese, attraverso le pareti di vetro dei ristoranti cinesi, a testa in giù! Molti locali sorgono sulle strette e irregolari viette di Chinatown, li troverete aperti a tutte le ore, popolati da affamati turisti e cinesi doc, in cerca di un tradizionale pasto cinese.

    Suggestivi sono poi i piccoli empori che vendono erbe, erbe della medicina cinese impiegate per curare le più diverse forme di malattie e problemi di salute. Le vedrete raccolte nei sacchi, depositate a terra, con piccoli cartelli scritti in cinese che ne descrivono le principali proprietà. Camminando per le strade di Chinatown ci si dimentica quasi di essere a New York, sembra di essere in un’altra città, in un luogo remoto dove un’altra cultura si è perfettamente insediata e sopravvive, nonostante Manhattan, con la sua cultura occidentale, sia appena dietro l’angolo.

    Se decidete di visitare Chinatown il mio consiglio è: perdetevi. Camminate per le sue viette strette e caratteristiche, perdetevi tra i suoi colori e profumi, gustatela davvero. Non limitatevi alla via principale, più turistica e commerciale, puntate al cuore, riempitevi gli occhi, osservate davvero.

    Anche Chinatown, come il resto di Manhattan, è ricca di murales e muri colorati (molti, ovviamente, rosso Cina!), sorgono così, spontanei ad abbellire i palazzi: piccole opere d’arte che compaiono sulle facciate delle costruzioni orientaleggianti.

    Al confine con Chinatown sorge Little Italy, o quello che ne rimane. Una volta quartiere che ospitava la comunità italiana, ora ospita per lo più latino-americani che gestiscono ristoranti italiani, che italiani non sono! Scordatevi di ritrovare l’Italia in questo piccolo angolo di New York, ne rimarrete delusi. Little Italy vale comunque una visita perché assieme a Chinatown rappresenta un quartiere molto caratteristico e pittoresco.

    Vi lascio ad alcune foto che ho scattato, quando mi sono persa nel cuore pulsante di Chinatown, camminando e attraversando a piedi le sue stradine.

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

    Al confine con Little Italy cominciano ad apparire nomi italiani!

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

    Negozi di erbe e spezie, qui la medicina cinese diventa medicina ufficiale!

     

     

    Chinatown

    Le anatre alla pechinese, appese a testa in giù!

     

     

    Chinatown

    Il mercato cinese, frutta, verdura e ogni tipo di materia prima per esprimere al massimo la cucina orientale

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

    L’ Empire che fa capolino

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

    Ok, momento modaiolo! Potevo non indossare qualcosa di rosso a Chinatown? Ovviamente NO! Outfit semplice, super casual e adatto alle mie maratone esplorative.

    La felpa è di H&M (dopo avervela mostrata a Dicembre dell’anno scorso, l’avete comprata TUTTE), i pantacoulotte li ho acquistati da Image (a Padova), All Star rosse, le mie preferite in assoluto. Maxi borsa Pimkie, per contenere tutto ciò che può servirmi e la mia fedele compagna di viaggio: la mia Reflex.

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

    Chinatown

     

     

    Chinatown

     

     

    Chinatown

    Little Italy

     

     

    Chinatown

     

    Da Chinatown per ora è tutto, non mi resta che salutarvi e darvi appuntamento su Instagram e Facebook..

    Ora non saprei, dovrei dire bye bye oppure… 你好 (Nǐ hǎo)?

    A prestissimo,

     

    G.♥

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *